19/07/2019 - leggi articolo su www.lazione.it/

Mercoledì 24 luglio a Villa dei Cedri a Valdobbiadene si terrà la presentazione ufficiale di “Anima Alpina”, il primo film documentario interamente dedicato agli Alpini, realizzato dal regista Alex Cavalcanti.

Attraverso uno scambio di lettere tra un giovane alpino al fronte e la sua “morosa” vengono ricostruiti gli anni difficili della Grande Guerra, quando le truppe di montagna erano impegnate a difendere i nuovi confini italiani. Una ricostruzione del passato resa possibile grazie al contributo di storici e rievocatori che hanno permesso di rivivere il ruolo delle nostre penne nere nel primo Conflitto mondiale.

Ma il film non si ferma alla Grande Guerra. In una continua alternanza tra passato e presente, l’opera di Alex Cavalcanti vuole celebrare il grande valore umano delle penne nere, oggi un vero e proprio esercito di pace, sempre pronti a rimboccarsi le maniche per sostenere i più bisognosi, per raccogliere fondi e per portare aiuti alle popolazioni colpite dalle catastrofi naturali che in questi ultimi cento anni hanno più volte messo a dura prova l’Italia.

L’obiettivo del docu-film è non dimenticare, perché gli Alpini rappresentano una grande risorsa per l’Italia, un esempio di umanità, coraggio ed impegno solidale. “Mi auguro che molti giovani vengano a vedere il mio film – aggiunge il regista. – Devono capire l’importanza di difendere e valorizzare il nostro Paese”.

Con inizio alle 11 ci sarà la presentazione del film, seguito dagli interventi del presidente dell’ANA Sebastiano Favero, del regista Alex Cavalcanti, del direttore esecutivo Giovanni Schievenin, produttore di Prosecco in Valdobbiadene, delle autorità locali e di alcuni rievocatori storici e attori.